domenica 18 giugno – in bici al Castello Lacellotti di Lauro

Attenzione evento annullato per ridotto numero di adesioni 

Sarà riproposto in una stagione meno “balneare” a settembre, ottobre 2017

 

Guide:
Tommaso Arcella 3483687581
Prenpotazione obbligatoria ai fini della trasmissione alla guida mediante whatsapp: 3483687581 entro le ore 24,00 del 15/06/2017.
Vincenzo Zerola 3201850543

Si invita a comunicare la partecipazione almeno due giorni prima tramite messaggi o whatsApp al numero 3483687581, al fine della definizione della prenotazione per la guida, poichè i gruppi di visita, non devono superare le 20 persone.

PUNTI DI AGGREGAZIONE :
1 – Appuntamento: ore 7.00 in piazza Nazionale , giardini
PARTENZA: ore 7:30
ARRIVO : ore 10,30

2- Per l’intermodalità treno-bici:
Per trenitalia: appuntemento fuori la stazione centrale P.za Garibaldi ore 7,00
Partenza treno diretto n° 22225 delle 7,25, €. 3,10, arrivo 8,31.
Oppure 7,50 treno con cambio a Cancello n° 12414 €. 5,70, arrivo ore 8,31.
Da Nola treno ore 16,06 n° 2430 con cambio a Salerno €. 4.30
Oppure alle ore 16,59 con cambio a Cancello €. 2,60.
Oppure ore 18,30 con cambio a Salerno €. 11,70.
Per la circumvesuviana:
Partenza dalla Napoli stazione di P.za Garibaldi interrata
partenza ore 7,48 e arrivo ore 8,30
oppure partenza ore 8,,18 arrivo 9,00.
Ritorno da Nola:
partenza ore 16,46 arrivo 17,30, oppure
pertenza ore 17,16 arrivo 18,00, oppure
pertenza ore 18,16 arrivo 19,00.
Su questa linea è possibile viaggiare con bicicletta al seguito a discrezione del capotreno il quale può valutare, in funzione del grado di affollamento del treno, se consentire o meno il trasporto della bicicletta ed il numero delle biciclette trasportabili per convoglio. La decisione
Il trasporto della bicicletta su questa linea non è gratuito in quanto è necessario pagare un secondo biglietto.
Le biciclette pieghevoli vengono assimilate, purché piegate, ad un bagaglio a mano e pertanto sono sempre trasportabili.

N.B. I ciclisti, associati e non, che useranno il treno non potranno usufruire delle guide del gruppo che partirà in bici da P.za Nazionale.

Prezzo dell’ingresso al castello con guida €. 5,00 con inizio visita alle ore 10,45 irrevocabile.

TIPOLOGIA PERCORSO
Circa 86 km. A/R dei quali circa 14 km Nola-Lauro in leggera salita.
Dalla stazione di Nola Km. 14,200
Pendenza max ultimi 10 km. 2,8%
Dislivello circa 317 metri.
Classificazione difficoltà percorso “3+” su max “5”.
Difficoltà per il trtaffico fino a Pomiglia, poi la variante abbastanza larga asfaltata ma a scorrimento veloce, da Nola

tracciato e altimetria e tracciato GPS https://l.facebook.com/l.php?u=https%3A%2F%2Fwww.strava.com%2F&h=ATMGNLphx1_ZaflqnYv_d0UWMkOBFtH8-AbS4_yPuDuOy9Ajruw-WSs-XwSrHNefJv8p7cr8k6KSM2mlCorHMc02pbRMrjb2JSWPAg4LkL-Xxp9XLRNdqek0XTGQXI7353AJEEo&enc=AZMP7UQ4jUqG5CZsN4qvhRAN8qb0lbyZzg5AdQaFOTrDgshFfqk33s8JoJquBljYTKE&s=1

TRACCIATO
Da P.za Nazionale proseguire per Via Poggioreale;
Via Nazionale delle Puglie SS. 7bis;
Dopo Pomigliano, Variante 7bis;
Da Nola Via Nola San Vitaliano;
Via Circumvallazione per Saviano;
Via S. Paolo Belsito SS. 367;
SS. 403 per Liveri;
Proseguire per Marzano di Nola;
Lauro: Via Municipio;
Salita al castello, molto ripida ma moolto breve.

OPZIONE RISTORANTE
KIPON pizzeria-braceria
Via Principe Amedeo n° 19. Locale condizionato.

Due menù alternativi a scelta per €. 20,00
con un minimo di prenotazione di 20 persone da notificare entro il giorno 15 ore 12,00
Primo menù::
Antipastoall’italiana (salumi formaggi e verdura);
Primo piatto: pasta al pomodoro fresco;
Macedonia, dolce e bibite incluse (birra, vino ecc.)
Secondo menù:
Primo: pasta al pomodoro fresco;
Secondo: Arista di maiale oppure cosciotti di pollo;
contorno;
macedoni, dolce e bibite incluse (birra, vino ecc.)

Siete invitati a prenotarvi quanto prina possibile.

Per chi vuole fare la colazione a sacco ci sono due piazzette idonee al centro della città.

ASSOLUTAMENTE OBBLIGATORIO :
1. CASCO
2. BICI MTB OPPURE BDC, IN BUONE CONDIZIONI.
4. PREPARAZIONE FISICA ADEGUATA
5. CAMERA D’ARIA
6. DISTANZIARE IL BIKER CHE CI PRECEDE PER EVITARE COLLISIONI

CONSIGLIATE :
9. ACQUA DA BERE IN GIUSTA QUANTITA’

Prima della partenza verrà assegnato il classico ruolo di “scopa” e “palo” a più bikers.

A giorni sarà indicato il luogo per bivaccare o il ristorante per quelli che voglio pranzare comodi.

ATTENZIONE
Non è una gara ma una uscita in bicicletta amatoriale.
Pertanto ognuno, solo partecipando, tacitamente accetta e si assume la completa responsabilità della propria presenza, dispensando l’Associazione Cicloverdi Fiab Napoli, gli organizzatori ed il capogita da qualsivoglia responsabilità per eventuali infortuni e/o danni di qualsiasi genere e natura, subiti e procurati (per qualsiasi motivo) dai/ai Partecipanti che spontaneamente aderiscono all’escursione amatoriale in oggetto.
In caso di annullamento, per motivi meteo o qualsiasi altra motivazione, verrà data comunicazione sulla pagina dell’evento Facebook entro le ore 22:00 del giorno precedente tramite la chat Whats-up “Gruppo bici”.

Un po’ di storia
Il castello Lancellotti fu edificato in posizione eminete, su una roccia rivolta a mezzogiorno denominata “primo sasso”, dove, probabilmente, vi era già stata una preesistente costruzione in epoca romana.
Il primo documento in cui si facenno all’esistenza di questo castello risale al 976 dove si parla di “Castel Lauri” che non vuole indicare il castello di Lauro quanto piuttosto il paese, casale di Lauro.
Altre testimonianze successive sono state trovate, ma la prima che alluse con chiarezza al castello si legge nei registri della Cancelleria angioina nel repertorio dell’anno 1277, quando a Margherita de Toucy, cugina di Carlo I d’Angiò, fu concessa la custodia del castello di Lauro “pro habiliora mora”.
Diverse le signorie che si sono succedute: i Principi del Principato di Salerno nel periodo longobardo; i Sanseverino Conti di Caserta nel periodo normanno; i del Balzo Conti di Avellino nel periodo svevo-angioino; gli Orsini Conti di Nola nel periodo aragonese; infine i Pignatelli e i Lancellotti.
Proprio durante la signoria dei Lancellotti il castello venne dato alle fiamme dai repubblicani francesi e lasciato abbandonato fino al 1870 quano il principe don Filippo Massimo Lancellotti avviò i lavori di ricostruzione.
Oggi è una delle residenze d’epoca più suggestive e visitate di tutta la Campania.

CONOSCO IL PROGRAMMA, FA PER ME?
Non sempre gli accompagnatori sono in grado di intervenire in caso di particolari difficoltà (fisiche, meccaniche).
Ogni partecipante si informi preventivamente sul programma e sul tipo di percorso (chilometri, dislivelli e difficoltà) leggendo la descrizione del percorso oppure contattando la guida mediante Messaggio personale su Facebook.
Chi vuole partecipare deve valutare bene se è effettivamente è in grado di partecipare e se la sua bicicletta è adeguata.
La bicicletta deve essere in perfetta efficienza.
Bisogna assicurarsi che i pneumatici siano in buono stato, gonfi e avere una camera d’aria di riserva; che i freni siano efficienti e il sellino sia all’altezza giusta.
Gli altri partecipanti durante le gite possono darvi una mano in caso di foratura, non possono invece rimediare alle inevitabili conseguenze di una cattiva manutenzione del mezzo.
Con la bicicletta in buono stato vi divertite voi e rispettate gli altri partecipanti evitando di far subire a loro i vostri contrattempi.
La partecipazione alla ciclo-escursione è gratuita eccetto la quota di ingresso e guida.


In questa pagina vi sono una liberatoria per i minori non accompagnati ed una liberatoria per coloro che non sono iscritti a nessuna associazione FIAB.
Vanno lette sottoscritte in ogni sua parte e consegnata alla partenza.