Domenica 28 maggio Vesuvio off-road – Punta Nasone con Cicloverdi MTB Group

TIPOLOGIA PERCORSO
Circa 60 km (A/R da p.zza Garibaldi) dei quali circa 23 km in sterrato
Pendenza media 9% con punte del 18 %
Dislivello circa 1470 metri.

Dettaglio salite principali:
San Vito, 2.7km, 7.1% media (oltre 15%max);
Rotonda-Ristorante: 4km, 8% media (12% circa max);
Matrone: 2.5km, 9.4 media;
Punta Nasone 3.6km ,9% media, sterrato.

Info tramite messaggi al numero 3287424619

Guide:
Gianluca Paolocci
Angelo Scarcella
Luca Corcione
Nico Messina

PUNTI DI AGGREGAZIONE :
1 – Appuntamento: ore 8.00 in piazza Garibaldi davanti alla libreria Feltrinelli
PARTENZA: ore 8:15

2 – concessionaria Mercedes a Gianturco per le 8:25 (PERCORREREMO UN BREVE TRATTO SU MARCIPIEDE per evitare il senso unico con lavori in corso)

3 – via S. Vito -Rotonda con pietra con occhi per le 10:00

orario di inizio rientro previsto: dalle 15:00 circa

ASSOLUTAMENTE OBBLIGATORIO :
1. CASCO
2. BICI CON RUOTE TASSELLATE, FRENI A DISCO ED AMMORTIZZATORE ANTERIORE
NON SARANNO AMMESSE BICI CON RUOTE LISCE, IBRIDE E BDC
3. PREPARAZIONE TECNICA CON DIMESTICHEZZA NEL FUORISTRADA
4. PREPARAZIONE FISICA ADEGUATA
5. CAMERA D’ARIA

6. DISTANZIARE IL BIKER CHE CI PRECEDE PER EVITARE COLLISIONI

7. SPOSTARSI DI LATO IN CASO DI INCERTEZZE O CADUTE PER NON OSTACOLARE CHI CI SEGUE EVITANDO DI ESSERE INVESTITI

CONSIGLIATE :

8. ALTRI TIPI DI PROTEZIONI (es. gomitiere, ginocchiere, ecc.)

9. ACQUA DA BERE IN GIUSTA QUANTITA’ visto che per parecchi chilometri saremo in un parco naturale privo di ristoro

Prima della partenza verrà assegnato il classico ruolo di “scopa” e “palo” a più bikers.

PERCORSO (strada+sterrato):
partendo da piazza Garibaldi attraversiamo l’area industriale di S. Giovanni attivando a Barra lungo via delle Repubbliche Marinare (la Residenziale); raggiungeremo quindi S. Giorgio a Cremano.
Lasciata la Residenziale (km 5,700) svolteremo a sinistra salendo via Cappiello. All’incrocio svolteremo a destra raggiungendo piazza Vittorio Emanuele. Svolteremo a destra per percorrere brevemente via Don Morosini che lasceremo quando, svoltando a destra imboccheremo via Matteotti per poi svoltare a sinistra immettendoci sulla breve salita di via Stanziale e proseguendo per via Pagliano. Arrivati all’incrocio con via Dalbono (sulla sinistra) percorreremo la suddetta salita con la quale transiteremo sotto l’autostrada A3. Al termine di via Dalbono (rif. Roxy Bar) svolteremo a destra e poi immediatamente a sinistra per la salita di via Siani. All’incrocio con via Cozzolino, svolteremo a destra (km 9,200).
Dopo la rotonda affronteremo una nuova breve e ripida salita fino all’incrocio che ci porterò alla via ex Cook (km 10,200) dove affronteremo anche alcuni tratti brevi ma molto impegnativi in salita.
Al km 14,200, dopo la prima serie di tornanti potremo riprendere fiato al bar/ristoro.
Perseguiremo poi fino all’incrocio/rotonda (16,600 km) con la strada che sale da Torre del Greco, caratterizzata da una scultura a forma di testa posta al centro rotonda. Riprenderemo poi a salire passando per il bivio dellOsservatorio Vesuviano (km 19,200 km).

STERRATO
Nella curva del ristorante “Douce atmosphere” ci immetteremo in un percorso STERRATO (riserva Tirone) in falso piano sterrato fino all’innesto con la strada Matrone che percoreeremo in SALITA per circa 3 km. Lasceremo quindi la strada per percorrere un divertente single track (non fatto a marzo 2017) che ci porterà al largo Legalitá.
Da qui premderemo il sentiero 2 (bel saliscendi veloce) che ci porterà al largo della Lapide del Finanziere. Qui affronteremo una salita in strerrato pedalabile di circa 30 km caratteriszzata da numerosi scivolti trasversali, ed arriveremo a “Punta Nasone”, discesa sulle creste che sovrstano la “valle dell inferno” (da fare con estrema cautela).
Scesi attraberso un ripido sentiero sabbioso èercorrere,o parte del single track che abbiamo fatto a marzo che ci porterà al largo Legalità, poi sulla Matrona, la via Tirpne e poi verso la “capannina” dalla quale raggiungeremo la “fabbrica dei fuochi” che ci farà percorre il single track finale (unica via d’uscita sterrata). Il percorso prevede oltre 1500 m di dislivello.

RITORNO LIBERO a cura di ogni partecipante

## NOTE ED AVVISI INDISPENSABILI DA LEGGERE ##
Quando saremo tutti pronti:
– abbasseremo la pressione delle gomme;
– caleremo l’altezza delle selle,

Se il gruppo sarà numeroso aumenterà il rischio di disperderci, quindi si consiglia di portare con sé il numero del cellulare di amici/conoscenti presenti (alcuni operatori non hanno campo), un kit di attrezzi per le emergenze, oltre alla camera daria di scorta con gonfiatore.
E possibile conoscere la rete di sentieri del Vesuvio cliccando sul link :
http://www.parconazionaledelvesuvio.it/pnv/visitailparco/
Non è una gara ma una uscita in mtb amatoriale; pertanto ognuno, partecipando, tacitamente accetta e si assume la completa responsabilità della propria presenza, dispensando i Cicloverdi e la guida da qualsivoglia responsabilità per eventuali infortuni e/o danni di qualsiasi genere e natura, subiti e procurati (per qualsiasi motivo) dai/ai partecipanti, che spontaneamente aderiscono all’escursione amatoriale in oggetto..
Per consultare la rete di sentieri del Vesuvio:
http://www.parconazionaledelvesuvio.it/pnv/visitailparco/

ATTENZIONE
Non è una gara ma una uscita in bicicletta amatoriale.
Pertanto ognuno, solo partecipando, tacitamente accetta e si assume la completa responsabilità della propria presenza, dispensando l’Associazione Cicloverdi Fiab Napoli, gli organizzatori ed il capogita da qualsivoglia responsabilità per eventuali infortuni e/o danni di qualsiasi genere e natura, subiti e procurati (per qualsiasi motivo) dai/ai Partecipanti che spontaneamente aderiscono all’escursione amatoriale in oggetto.
In caso di annullamento, per motivi meteo o qualsiasi altra motivazione, verrà data comunicazione sulla pagina dell’evento Facebook entro le ore 22:00 del giorno precedente tramite la chat Whats-up “Gruppo bici”.

CONOSCO IL PROGRAMMA, FA PER ME?
Non sempre gli accompagnatori sono in grado di intervenire in caso di particolari difficoltà (fisiche, meccaniche).
Ogni partecipante si informi preventivamente sul programma e sul tipo di percorso (chilometri, dislivelli e difficoltà) leggendo la descrizione del percorso oppure contattando la guida mediante Messaggio personale su Facebook.
Chi vuole partecipare deve valutare bene se è effettivamente è in grado di partecipare e se la sua bicicletta è adeguata.
La bicicletta deve essere in perfetta efficienza.
Bisogna assicurarsi che i pneumatici siano in buono stato, gonfi e avere una camera daria di riserva; che i freni siano efficienti e il sellino sia all’altezza giusta.
Gli altri partecipanti durante le gite possono darvi una mano in caso di foratura, non possono invece rimediare alle inevitabili conseguenze di una cattiva manutenzione del mezzo.
Con la bicicletta in buono stato vi divertite voi e rispettate gli altri partecipanti evitando di far subire a loro i vostri contrattempi.
La partecipazione alla ciclo-escursione è gratuita.
Sulla pagina www.cicloverdi.it dove è replicato questo evento vi sono una liberatoria per i minori non accompagnati ed una liberatoria per coloro che non sono iscritti a nessuna associazione FIAB.
Vanno lette sottoscritte in ogni sua parte e consegnata alla partenza