Sabato 10 marzo: in bici al Castello Lancellotti e villa Romana

Evento ufficiale di FIAB Napoli Cicloverdi  – Sezione I’Mobility Casoria

Castello Lancellotti; Villa Romana San Giovanni in Palco e Museo “Umberto Nobile” di Lauro (Av)
Guida Tommaso Arcella cell. 3483687581

PUNTI DI AGGREGAZIONE :
Appuntamento: ore 7.30 Stazione circumvesuviana C.so G. Garibaldi
PARTENZA: ore 8,18 Treno 819 (si invita a fare il biglietto il giorno prima).
ARRIVO : ore 9,00 a Nola con la circumvesuviana:
APPUNTAMENTO con chi viene in bici a Nola Stazione circumvesuviana ore. 9,00.

Attenzione: Per chi parte in bici da Napoli per Nola vi è un gruppo whatsapp, contattate Antonio Daniele al 3337188318 anche via sms. Precisiamo che per stare a Nola alle 9,00 dobbiamo partire massimo per le 7,20 da Napoli per cui tutti devono essere presenti all’appuntamento per la partenza nella piazza del terminal Circumvesuviana al Corso Garibaldi alle 7,15 precise)

RITORNO:
Da Nola treno ore 16,17 treno 850 arrivo a Napoli ore 16.59; oppure 16,47 treno 852 arrivo 17,29. oppure 17,17 treno 854 arrivo a Napoli 17,59. In ogni caso appuntamento ore 9.30 al castello Lancellotti di Lauro.
Le biciclette pieghevoli vengono assimilate, purché piegate, ad un bagaglio a mano.
Per avere la guida (consigliabile per visitare le stanze segrete a il castello al completo) sono necessari almeno n° 15 persone, pertanto si invita a prenotarsi mediante whatsApp al n° 3483687581 entro le ore 12,00 del 08/03/2018.
Per chi viene in bici, da Napoli difficoltà per il traffico fino a Pomigliano, poi la variante abbastanza larga asfaltata ma a scorrimento veloce, da Nola leggermente in salita.
TIPOLOGIA PERCORSO
Da Napoli 43 km.
Da Nola circa 14,200 km. Nola-Lauro
Pendenza max ultimi 5 km. 2,8%, ultimi 100 m. al castello a piedi.
Dislivello circa 317 metri.
Classificazione difficoltà percorso “3+” su max “5”.
SITI:
1) Castello Lancellotti distante circa km. 2,2
Ingresso complessivo dei tre siti con guida €.7,00
www.castellolancellotti.it/Home/

2) Visita alla Villa Romana di San Giovanni in Palco con guida;
https://www.tripadvisor.it/ › … › Provincia di Avellino › Lauro › Attrazioni: Lauro
https://www.google.it/search?q=Villa+romana+di+san+giovanni+in+palco&dcr=0&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=0ahUKEwiPjreP5aLZAhVnD8AKHVIMCV0Q_AUICigB&biw=1680&bih=944
3) Successivamente visiteremo il Museo “Umberto Nobile”, nella stessa città.
Poi si va per il pranzo fugace alla Masseria “Cerqueto” a Marzano a km. 4,2 dal castello.
https://www.tripadvisor.it/Restaurant_Review-g4504983-d4480040-Reviews-Masseria_Il_Cerqueto-Marzano_di_Nola_Province_of_Avellino_Campania.html
https://www.google.it/search?q=masseria+cerqueto+marzano+di+nola&dcr=0&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=0ahUKEwjSrYn_5aLZAhVECsAKHZ7NAFMQ_AUICygC&biw=1680&bih=944
Col seguente menu: Antipasto all’italiana; bistecca alla brace con salsiccia e contorno; dolce, vino o bibite, per €. 15,00. Possibilità di variare per i vegetariani.
Per chi va in bici da Napoli:
TRACCIATO
Da P.za Nazionale proseguire per Via Poggioreale;
Via Nazionale delle Puglie SS. 7bis;
Dopo Pomigliano, Variante 7bis;
Da Nola Via Nola San Vitaliano;
Via Circumvallazione per Saviano;
Via S. Paolo Belsito SS. 367;
SS. 403 per Liveri;
Proseguire per Marzano di Nola;
Lauro: Via Municipio;
Salita al castello, molto ripida ma molto breve.
Si consiglia di pedalare in fila per uno.
Siete invitati a prenotarvi quanto prima per raggiungimento del numero minimo ai fini della guida della ProLoco Lauro.
Per chi vuole fare la colazione a sacco ci sono due piazzette idonee al centro della città.
ASSOLUTAMENTE OBBLIGATORIO :
1. CASCO (non obbligatorio per legge ma vivamente consigliato)
2. BICI MTB OPPURE BDC, IN BUONE CONDIZIONI.
4. PREPARAZIONE FISICA ADEGUATA
5. CAMERA D’ARIA
6. DISTANZIARE IL BIKER CHE CI PRECEDE PER EVITARE COLLISIONI
Prima della partenza verrà assegnato il classico ruolo di “scopa” e “palo” a più bikers.
ATTENZIONE
Non è una gara ma una uscita in bicicletta amatoriale.
Pertanto ognuno, solo partecipando, tacitamente accetta e si assume la completa responsabilità della propria presenza, dispensando l’Associazione Cicloverdi Fiab Napoli, gli organizzatori ed il capogita da qualsivoglia responsabilità per eventuali infortuni e/o danni di qualsiasi genere e natura, subiti e procurati (per qualsiasi motivo) dai/ai Partecipanti che spontaneamente aderiscono all’escursione amatoriale in oggetto.
In caso di annullamento, per motivi meteo o qualsiasi altra motivazione, verrà data comunicazione sulla pagina dell’evento Facebook entro le ore 22:00 del giorno precedente tramite la chat Whats-up “Gruppo bici”, ma è previsto buon tempo.
Un po’ di storia
Il castello Lancellotti fu edificato in posizione eminente, su una roccia rivolta a mezzogiorno denominata “primo sasso”, dove, probabilmente, vi era già stata una preesistente costruzione in epoca romana.
Il primo documento in cui si fa cenno all’esistenza di questo castello risale al 976 dove si parla di “Castel Lauri” che non vuole indicare il castello di Lauro quanto piuttosto il paese, casale di Lauro.
Altre testimonianze successive sono state trovate, ma la prima che alluse con chiarezza al castello si legge nei registri della Cancelleria angioina nel repertorio dell’anno 1277, quando a Margherita de Toucy, cugina di Carlo I d’Angiò, fu concessa la custodia del castello di Lauro “pro habiliora mora”.
Diverse le signorie che si sono succedute: i Principi del Principato di Salerno nel periodo longobardo; i Sanseverino Conti di Caserta nel periodo normanno; i del Balzo Conti di Avellino nel periodo svevo-angioino; gli Orsini Conti di Nola nel periodo aragonese; infine i Pignatelli e i Lancellotti.
Proprio durante la signoria dei Lancellotti il castello venne dato alle fiamme dai repubblicani francesi e lasciato abbandonato fino al 1870 quando il principe don Filippo Massimo Lancellotti avviò i lavori di ricostruzione.
Oggi è una delle residenze d’epoca più suggestive e visitate di tutta la Campania.
Villa romana San Giovanni in Palo a Lauro
La Villa fu scavata tra il 1981 e il 1985. La parte oggi visitabile del complesso si estende per circa mq. 1400; si articola su più livelli raccordati da scale ed aree scoperte. Il nucleo più antico risale all’età tardo-repubblicana, mentre in età augustea-tiberiana un ampliamento portò alla realizzazione di un impianto termale e di un triclinium con annesso ninfeo, splendidamente decorato con tessere in pasta vitrea, ubicati sul terrazzo più basso. Molti degli ambienti portati alla luce, in particolare quelli del terrazzo mediano, conservano pitture parietali del III e IV stile e pavimentazione in opus signinum.
CONOSCO IL PROGRAMMA, FA PER ME?
Non sempre gli accompagnatori sono in grado di intervenire in caso di particolari difficoltà (fisiche, meccaniche).
Ogni partecipante si informi preventivamente sul programma e sul tipo di percorso (chilometri, dislivelli e difficoltà) leggendo la descrizione del percorso oppure contattando la guida mediante Messaggio personale su Facebook.
Chi vuole partecipare deve valutare bene se è effettivamente è in grado di partecipare e se la sua bicicletta è adeguata.
La bicicletta deve essere in perfetta efficienza.
Bisogna assicurarsi che i pneumatici siano in buono stato, gonfi e avere una camera d’aria di riserva; che i freni siano efficienti e il sellino sia all’altezza giusta.
Gli altri partecipanti durante le gite possono darvi una mano in caso di foratura, non possono invece rimediare alle inevitabili conseguenze di una cattiva manutenzione del mezzo.
Con la bicicletta in buono stato vi divertite voi e rispettate gli altri partecipanti evitando di far subire a loro i vostri contrattempi.
La partecipazione alla ciclo-escursione è gratuita eccetto la quota di ingresso e guida.
In questa pagina vi sono una liberatoria per i minori non accompagnati ed una liberatoria per coloro che non sono iscritti a nessuna associazione FIAB.

BUONA PEDALATA