Domenica 29 giugno: Tour dei Monti Alburni

Bici +Auto

percorso difficile ****

guida: Chico Vista 3926206007

importante: e necessario confermare la partecipazione chiamando la guida entro le 18,00 di sabato 28 giugno 

Il suggestivo quanto impegnativo percorso (circa 74 km) si snoda lungo le strade che attraversano il massiccio dei Monti Alburni. Percorreremo il territorio dei comuni di Sicignano degli Alburni, Petina, Sant’Angelo a Fasanella, Castelcivita e Postiglione. Colazione a sacco.

preparazione del Catuozzo – il cumulo di legna della tipica forma conica impiegata per fare il carbone

La partenza in auto da Napoli alle 8.30. Raduno a piazza degli Artisti alle 8.15. Fino a Sicignano Scalo in autostrada sono circa 114 km, quasi esclusivamente in autostrada. 

Di seguito percorso e profilo altimetrico:

http://connect.garmin.com/course/6345216

domenica 22 giugno 2014 “TEST RAID” bici+treno

In attesa dell’annuale appuntamento con il Raid, la grande ciclo-escursione organizzata da FIAB Napoli Cicloverdi da 23 anni e che si terrà il 19 luglio prossimo,  proponiamo il test di un percorso alternativo da Agropoli a Sapri via Vallo Della Lucania percorrendo la vecchia e storica ss. 19 Tirrena Inferiore. Questo percorso alternativo si rende necessario per la chiusura per via di una frana del tratto Ascea-Pisciotta del tradizionale percorso. guida Antonio Daniele 3337188318 bici+treno percorso molto impegnativo **** km 95 dislivello totale m. 700 importante: è richiesto avviso di partecipazione via cellulare alla guida entro sabato 21 giugno ore 18,00 Appuntamento per la partenza da Napoli Stazione Centrale: ore 7,30 partenza treno: ore 7,55 biglietto Unico Campania Week End U8 da euro 11,60 valido andata e ritorno e in Metro e Funicolare a Napoli U10_153 Arrivo ad Agropoli ore 9,16 Da Agropoli in bici si segue la s.s. 18 che passa all’interno del Parco Nazionale del Cilento attraversando i paesi di Rutino, Torchiara, Vallo Della Lucania, Massacusa, Cuccaro Vetere, Montano Antilia, laurito, Alfano, Castel Ruggiero, Torre Orsaia,  Policastro Bussentino, e poi lungo costa fino a Sapri. percorso da Agropoli a Torre Orsaia  che sarà quello del Raid di km 70 al link: http://www.openrunner.com/index.php?id=3399362 da Torre Orsaia a Sapri il percorso di circa 20 km  è in discesa o pianeggiante. Treni per il rientro da Sapri: ore 14,33 – 16,39 – 15,55 tempo di percorrenza fino a Napoli c.a. 3 ore. Bagno a mare: opzionale Note: Colazione al sacco, Bici in ordine, Camera d’Aria e pompa di scorta, Spirito D’Avventura

Sabato 21 giugno: Campi Flegrei, giro dei 4 laghi e Capo Miseno

Il giro dei quattro laghi e Capo Miseno
 
capo Miseno
GUIDA: Pasquale Buonocore 3382536558
 
Appuntamento alle 09,15 a P.zza Bagnoli
Partenza: ore 9,30
Percorso: Faremo la circumnavigazione del lago d’Averno,del lago di Lucrino,del lago del Fusaro e del Lago di Bacoli.
Proseguiremo fino al Faro di Capo Miseno per goderci del bellissimo panorama e chi vorrà potrà rimanere sulla spiaggia di Capo Miseno.
Rientro a scelta o alle 14,00 o successivamente.
Casco e bici in ordine.

Domenica 15 Giugno 2014 ciclo-escursione al MONTE FAITO

DIFFICOLTÀ: **** alta o *** medio-alta (a seconda che si utilizzi solo la bici o anche il treno)

GUIDA: Claudio Caccavale (cGell. 329/7023520, email clambfr@libero.it)

Per info: http://it.wikipedia.org/wiki/Monte_Faito

TIPO DI BICI: mtb, ibrida (anche bici da corsa,  ma il tratto di strada che faremo scendendo dal Faito non è molto adatto a questo tipo di bici);

PERCORSO:

Per chi viene solo in bici: da Napoli si arriva a Vico Equense percorrendo la Statale 18, attraversando nell’ordine S.Giorgio a Cremano, Portici, Ercolano, Torre del Greco, Torre Annunziata dove devieremo prima di Pompei verso Castellammare e Vico Equense, dove ci raggrupperemo presso la stazione Circumvesuviana con chi sarà arrivato con altri mezzi (38km)

Per chi sceglie treno+bici: partenza dalla Terminale della Circumvesuviana di corso Garibaldi (o da altra stazione dove è più agevole salire a bordo) e arrivo a Vico Equense.

Nota bene: il trasporto delle bici in Circumvesuviana di norma non è consentito, ma spesso i controllori chiudono un occhio, specie se il treno non è affollato. Si propone questa soluzione del tutto aleatoria a solo titolo informativo e si declina ogni responsabilità in merito.

Per chi sceglie auto+bici: ritrovo  a Vico Equense presso la stazione Circumvesuviana.

Dopo esserci riforniti d’acqua presso le ottime fontanine locali da Vico Equense inizieremo la salita (18km) fino al piazzale della funivia(*), dove si gode un magnifico panorama su tutto il Golfo e potremo meritatamente consumare il nostro pranzo al sacco o rifocillarci presso il bar. I più ardimentosi potranno proseguire la salita verso il Santuario di S.Michele Arcangelo http://it.wikipedia.org/wiki/Santuario_di_San_Michele_Arcangelo_al_Monte_Faito   e la zona delle antenne radiotelevisive.

Dopo pranzo inizieremo la discesa (14km) verso Castellammare lungo la stradina che scende a zigzag lungo il versante nord; qui bisognerà prestare molta attenzione e non lasciarsi andare all’ebbrezza della velocità in quanto la pavimentazione è sconnessa, presenta diverse buche e pietrisco e alterna tratti di asfalto a sanpietrini. La discesa termina nei pressi della Reggia di Quisisana; da qui torneremo verso Castellammare, dove chi vorrà potrà prendere il treno per il ritorno.

Distanza totale in bici: 100 km circa.

(*) attualmente la Funivia è chiusa per manutenzione!

APPUNTAMENTI:

–        per chi parte in bici da Napoli: ore 7.30 piazza Garibaldi davanti all’hotel Terminus;

–        per chi arriva col treno o auto da Napoli: ore 09.30 presso il piazzale della stazione Circumvesuviana di Vico Equense.

 

14 giugno ciclopasseggiata al Museo Ferroviario di Pietrarsa

Cioporeporter Pietrarsa Railroad Museum-005 (Copia)Guida Titti Vollero 3396795037

** facile per tutti i tipi di bici
Appuntamento ore 9,30 piazza Dante

partenza ore 10,00 per Pietrarsa

percorrendo via Toledo, via Marina , via Reggia di Portici, Corso S. Giovanni, Pietrarsa.

All’arrivo deposto bici in area interna al Museo (portare comunque lucchetti)

ingresso soci euro 5 con guida offerta dall’associazione (euro 3,50 per maggiori di 65 anni e minori di 18 anni)

ingresso non soci euro 7 con guida
oppure euro 5 senza guida.

Facoltà di rimanere nel parco del Museo fino alla chiusura (ore 16,00) anche dopo la visita guidata per fare colazione al sacco o pizza acquistabile in loco; All’ interno del Museo vi sono spazi verdi ed una passeggiata a mare.
Un affascinante viaggio nel tempo tra le locomotive e i treni che hanno unito l’Italia dal 1839 ai nostri giorni, in 170 anni di storia delle Ferrovie italiane. È questa l’esperienza che regala ai visitatori di ogni età il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa. Un museo diverso, aperto alla curiosità dei giovani e di tutti coloro che vedono nel treno uno strumento insostituibile per il futuro del trasporto pubblico. Pietrarsa è uno dei luoghi simbolo della storia delle Ferrovie dello Stato, un ponte teso tra passato e presente che congiunge idealmente la Bayard ai sofisticati e velocissimi treni dell’Alta Velocità.

Adagiato tra il mare e il Vesuvio, con una spettacolare vista sul Golfo di Napoli, il Museo è stato allestito, dopo accurati interventi di restauro conservativo, in uno dei più importanti complessi di archeologia industriale italiana: il Reale Opificio Meccanico, Pirotecnico e per le Locomotive, fondato da Ferdinando II di Borbone nel 1840. Una sede espositiva unica nel panorama nazionale che, per la suggestione degli ambienti e la ricchezza dei materiali conservati, rappresenta uno dei più importanti musei ferroviari d’Europa. Il Museo è stato inaugurato nel 1989. Si sviluppa su un’area di 36mila metri quadrati, di cui 14mila coperti. All’esterno, nel vasto piazzale spalancato sul mare si erge la grande statua in ghisa di Ferdinando II. Alta più di 4 metri e fusa nell’Opificio nel 1852, ritrae il sovrano che ordina con gesto regale la fondazione delle Officine e sembra vegliare soddisfatto sulla sua preziosa creatura.

ciclisti urbani e cicloescursionisti