Sabato 21 e domenica 22 luglio: 27° Raid Napoli-Golfo di Policastro

Sciopero Trenitalia di 24 ore dalle 21,00 di sabato 21 alle 21,00 di domenica 22 – Per chi deve tornare di Sabato 21 non ci sono problemi iniziando lo sciopero alle 21,00 (i treni che partono entro le 21,00 arrivano comunque a destinazione), il problema ci può essere per chi parte da Policastro la mattina di domenica 22 e il treno garantito parte da Sapri, che dista c.a. 40 minuti in bici da Torre Orsaia, alle 6,27. Le alternative sono: a) tornare in bici almeno fino a Salerno (150 km da dove partono più treni garantiti), b) rimanere domenica per prendersi un giorno di vacanza al mare, dormire un’altra notte alla Gran Pension Lanterna Verde (sempre 25 € con prima colazione e tornare in treno lunedì mattina (la bici paga € 2,00), c) soluzione per i soci FIAB Napoli Cicloverdi in numero limitato di 4 max 5 persone + bici: passaggio in auto mia fino a Salerno da dove partono più treni garantiti o si possono fare i 50 km in bici, d) lo sciopero viene sospeso (magari! lo sapremo il giorno prima)

—————————————

(non competitivo: l’importante non è vincere, non è partecipare, l’importante è ……sopravvivere !!!!!)

Difficoltà *****(*) (più che estremo) solo per “Eroi” ed “Eroine”

 per coloro che parteciperanno è importante indossare il casco avere le luci sulla bici, camera d’aria di scorta, kit riparazione e portare K-way

Anche quest’anno vi sarà una sezione con biciclette “vintage”
denominata “Epica 2018″

Ricorre quest’anno il 27° anniversario del Raid ciclistico Napoli – Golfo di Policastro che vede ciclisti e cicliste “del sabato e della domenica”, rigorosamente “umani”, percorrere un tratto della Ciclopista Sud Eurovelo 6 che un giorno diverrà parte integrante della grande Bicistrada ciclabile italiana, la Ciclopista del Sole, che dal Brennero giungerà fino all’ estrema punta sud della Sicilia: in poche parole….

  ………..      “L’autre Tour”  (l’altro TOUR)


Partenza all’alba e arrivo al tramonto ! (……….all’alba vincerò!)

circa 200 chilometri in bici in un sol giorno!

Dislivello totale c.a. 1989 m

Raduno per la partenza: Napoli piazza Garibaldi (hotel Terminus)

 ore 5.45 di sabato 21 Luglio

Partenza inesorabile: ore 6,00 precise!

La guida del Raid é:

  • Antonio Daniele (il veterano) cell: 3337188318   che potete chiamare per qualsiasi informazione vi sia necessaria

Occorre confermare, per necessità di intercomunicazioni, via sms o whatsapp la propria partecipazione alla guida entro le ore 18,00 di giovedì 20 Luglio e se prima meglio! IL PARTECIPO SU FACEBOOK NON VALE

Attenzione:

Quest’anno il percorso si svolgerà con due varianti delle quali la 1) è la più difficoltosa, in ogni caso vi sarà una guida che conosce il percorso sia per l’una che per l’altra via:

“percorso classico” **** 5 stelle!:

Percorso Classico: Il percorso si svolge prevalentemente sul tratto costiero campano: si attraversano nella prima mattina, con il fresco e poco traffico, le caotiche (ma non di sabato mattina) e interessanti città dell’hinterland napoletano, Portici – Torre del Greco – Torre Annunziata, si superano gli scavi di Pompei e il fiume Sarno e si decolla verso il passo di Cava de’ Tirreni (200 m. slm) – percorrendo quello che una volta era la “carretera” di collegamento  tra l’agro Nocerino-Sarnese e il golfo di Salerno; superato il passo inizia una bella e veloce discesa che ci conduce sul lungomare di Salerno (chilometro 50 – ore 8,30 c.a.- sosta bar 1); da Salerno inizia il lungo (e faticoso) tratto pianeggiante  che, attraversando macchia e pineta costiera, supera  la piana del fiume Sele, i templi di Paestum e  giunge ad Agropoli (chilometro 100, ore 11,00 c.a. – sosta bar 2);

Ad Agropoli si possono unire o partire in anticipo i ciclisti che vogliono provare il brivido del Raid ma non vogliono fare tutti i 200 chilometri e che avranno raggiunto la cittadina in treno per fare i “pochi” rimanenti 105 km.

ad Agropoli il percorso si divide lungo la Variante 1) o la Variante 2)

Variante 1) da Agropoli dove giungiamo seguendo il “percorso classico” illustrato sopra, abbandonando la via del mare, si raggiunge Vallo della Lucania e poi verso la meta di Torre Orsaia percorrendo gran parte della vecchia Strada Statale 19 “delle Calabrie” (ora è anche divenuta parte del percorso della Via Silente) interna al parco del Cilento e molto bella dal punto di vista paesaggistico; questa variante fa aumentare di una stella la difficoltà che passa quindi a ****** 6 stelle! km 90 – (dislivello 1900 metri ) – Agropoli, Rutino, Torchiara, Omignano Scalo, Vallo Scalo, Vallo della Lucania, Cuccaro Vetere, Montano Antilia, Laurito, Alfano, Castel Ruggiero, Torre Orsaia;– link con dettagli della variante 1  da Agropoli qui sotto clicca >>>>qui

Variante 2km 105 – (dislivello m. 1450)– da Agropoli lungo il vecchio percorso classico;

  – link con dettagli dell’intero “percorso classico”clicca >>>>qui

Descrizione Variante 2 Percorso Classico: da Agropoli inizia a scorrere il bel paesaggio del Parco Nazionale del Cilento e, dopo 25 chilometri di saliscendi non eccessivamente impegnativi, si giunge a S. Marco di Castellabate (chilometro 125 ore 12,30 c.a. – sosta fontanella e ristoro frutta e verdura); da qui si percorre la strada costiera con tratti di saliscendi a volte anche duri e assolati e, attraversando gli ameni paesini di pescatori di Acciaroli e Pioppi  (chilometro 140, ore 13,45 c.a. – sosta fontanella),  si giunge a Marina di Ascea, l’antica Velia, (chilometro 155, ore 14,30 c.a. sosta bar facoltativa); si inizia qui una dura salita di 4,5 chilometri  che conduce dal mare ai 240 metri di altitudine del tranquillo paesino di Ascea  – (bello per chi riuscirà a vederlo oltre il sudore misto a lacrime che gli impregnano gli occhi alla sommità della salita, sosta bar 3); premio della fatica: una lunga e rinfrescante discesa interrotta al termine da una salita breve e…maledetta  che non è disdicevole percorrere anche a piedi;

si giunge adesso lungo un bel percorso in saliscendi a Pisciotta e da qui scendendo verso il mare si è attratti dalla visione mitica del Capo Palinuro (chilometro 177, ore 16,00 c.a.  –  possibile sosta bar); da Palinuro si percorre la strada fino all’incrocio nei pressi della foce del fiume Mingardo da dove si devia a sinistra in direzione Sapri verso l’interno e costeggiando il fiume, dopo 5 chilometri, si possono ammirare le gole del Diavolo nei pressi del paesino di S. Severino di Centola; dopo le gole si prosegue in salita (decisa ma non impressionante) e in compagnia dei maestosi ulivi cilentani verso i paesini dell’entroterra, ricchi di reminiscenze bizantine, Poderia e di Celle di Bulgheria insediati nelle verdeggianti falde del Monte Bulgheria, (la stanchezza ormai si fa sentire ma la meta vicina darà la carica finale); superata Celle di Bulgheria (chilometro 190, ore 17,00 circa) ci si rifocilla presso la  fonte di acqua rigenerante e terapeutica immersa nel verde della campagna (ce n’è bisogno!); superato un bivio e ci dirigiamo verso il paesino di Roccagloriosa e da qui si punta in dolce discesa verso Torre Orsaia (Km 190) la nostra meta!

Notizie utili:

Rientro nella stessa giornata: chi non volesse pernottare e cenare può proseguire da Torre Orsaia in direzione Policastro Bussentino in discesa e pianura per c.a. 9 km e giungere alla stazione ferroviaria da cui partono treni Regionali per Napoli che trasportano bici al seguito ogni ora circa (15.16 – 16.53 – 17.40 – 18.54 – 20.30 – 20.53)

BAGAGLI: Consiglio importante per bagagli, portare con sé in piccole borsette che si attaccano al manubrio della bici o al tubo sella o portapacchi un minimale ricambio, si consiglia di non usare lo zainetto o di usarne in aggiunta alla borsetta da manubrio, uno zainetto di minime dimensioni ed eventualmente portapacchi da attaccare a tubo sella; insomma, CARICATE IL CAVALLO E NON IL CAVALIERE! 

Il percorso è di c.a 200 chilometri (100 per chi parte da Agropoli) ed è consigliabile affrontarlo con biciclette da strada o mountainbike con pneumatici lisci (slik), è importante essere in buona forma, che la bicicletta sia in ordine, le località che si attraversano sono le seguenti (a fianco indicazione se c’è treno per eventuali “fughe della salvezza”): Napoli (treno) – Portici (treno) – Torre Annunziata (treno)- Pompei (treno)- Scafati (treno) – Angri (treno) – Cava de’ Tirreni (treno) – Vietri sul Mare (treno) – Salerno (treno)  -Paestum (treno)  – Agropoli  (treno)  – S. Marco di Castellabate – Acciaroli – Pioppi – Marina di Ascea (treno)  – Ascea – Pisciotta (treno)  -Palinuro – Celle di Bulgheria (treno)  – Roccagloriosa-Torre Orsaia.

inoltre sulla variante 1 vi è il treno a Vallo Scalo e poi basta

Vie di fugail percorso segue pressoché la linea ferroviaria Napoli-Sapri per cui chi non riuscisse nell’intento eroico di fare tutto il tragitto in bici può utilizzare il treno (cadenza circa oraria) per giungere a destinazione abbreviando il percorso (non ci sarà squalifica!);

 Consigli utiliPortare con sé i numeri di telefono della guida, stampare o salvare in smartphone e  portare con sé il presente programma, bici in ordine, scorta di acqua e …

SPIRITO D’AVVENTURA…….. !!!

Pernottamento

Si può pernottare presso il “Grand Hotel Pension!” “La Lanterna Verde” via Cairoli 24, Torre Orsaia (SA)chidere del sig. Roberto: pernottamento+prima colazione prezzo speciale Cicloverdi-FIAB € 25,00 a persona (valido anche per gli accompagnatori e sostenitori al seguito) in camera doppia o tripla con custodia bici: telefono per prenotazioni 0974985179 oppure cell. 3351479147

 (occorre prenotare in tempo chiamando direttamente  l’Hotel parola d’ordine “gruppo CICLOVERDI”)

Cena: alle ore 21.30 con tutti i partecipanti prenotati ed i loro parenti, amici, sostenitori che li hanno seguiti a c.a. euro 20,00 a persona (riduzione per i bambini fino a 12 anni). – Ristorante Lanterna Verde (cucina tipica cilentana, possibilità vegetariano) (occorre comunicare in tempo alla guida la partecipazione alla cena indicando anche eventuali altre persone al seguito del partecipante, per bambini fino a 12 anni prezzo cena scontato) 

Ritorno

Per chi non se la sentisse di affrontare il viaggio di ritorno in bicicletta il giorno dopo e vuole farsi un bel bagno a mare verso Acquafredda di Maratea o altre bellissime spiagge della zona, domenica 22 Luglio, vi sono diversi treni da Policastro Bussentino, ecco gli orari:  

7,42 – 12,55 – 13,53 -15,16 (treni poco affollati) e

16,53 – 17,42 – 17,57 – 18,54  – 19,59 -20,33 – 20,53 (treni più affollati) 

partenza treni dalla stazione di Policastro Bussentino (a c.a. 9 km in discesa e pianura da Torre Orsaia)  trasportano tutti le biciclette al seguito e partono 10 minuti prima dalla stazione di Sapri.

Biglietto: Trenitalia da € 10,50 (le bici su Treni Regionali nelle tratte ininterne della Campania il sabato e festivi viaggiano gratis)

è consigliabile procurarsi il biglietto nei giorni prima della partenza a Napoli ed è possibile farlo anche online  >>> http://www.trenitalia.com/

….Buena Ventura!!