Con Legambiente al Bosco di Capodimonte per Puliamo il Mondo

 

locandinapim2C’eravamo noi anche a festeggiare la nuova era di Capodimonte

Fiab Cicloverdi ha partecipato all’edizione 2016 di “Puliamo il Mondo” promossa da Legambiente Parco Letterario Vesuvio onlus e il Museo e il Real Bosco di Capodimonte, con la collaborazione dell’Assessorato all’Ambiente del Comune di Napoli e la Municipalità 3 – Stella San Carlo. La tappa di domenica scorsa ha centrato un grande obiettivo: dimostrare alle famiglie che il parco si sta avviando – con concerti, una navetta che si muove direttamente dal centro, un servizio di sorveglianza interno e di pulizia costante- a diventare un luogo vero di aggregazione sociale, fruibile da tutti. Ma anche un pezzo bello del percorso di chi ama fare sport all’aria aperta. Ciclisti compresi.

Così gli studenti chiamati a pulire il parco – armati di cappellini, ramazze e guanti – hanno riempito veramente pochi sacchi di spazzatura e sono stati soprattuto impegnati nel distribuire i vademecum “per promuovere il rispetto del bosco e del parco”.
Poi ad applaudire i giovani musicisti della “Scalzabanda” assieme al direttore di Capodimonte Sylvain Bellenger, all’attivista di Legambiente Carmine Maturo e al vicesindaco di Napoli Raffaele Del Giudice. unnamed-1

Alla Manifestazione, patrocinata dal Comune di Napoli e della III Municipalità, hanno aderito oltre a noi Cicloverdi l’Istituto Superiore Don Lorenzo Milani di Napoli, “La Scalzabanda,” “Insegnanti Senza Frontiere”, il Comitato Insieme per i Ponti Rossi, ANAPANA OEPA di Napoli.

unnamed-2

Eductour Costa d’Argento, Toscana, 8-12 settembre 2016

Cicloverdi FIAB Napoli ha approfittato al volo dell’occasione offerta dal Consorzio di promozione turistica MaremMare – è un’associazione di imprenditori turistici – imageper farsi accompagnare in bici alla scoperta della Costa d’Argento, un’area molto bella in provincia di Grosseto.
Tre giorni in compagnia dei ciclisti in arrivo da tutta Italia e la possibilità di confrontarsi sullo stato di piste ciclabili e mobilità sostenibile nelle proprie zone. Il bilancio per noi del sud è in negativo, ma non demordiamo e discutiamo delle iniziative che dovremmo promuovere una volta a casa per la Settimana europea della mobilità. Ma in Toscana è anche il momento promettersi scambi di visite mentre assaggiavamo le delizie offerteci nelle strutture di cui siamo stati ospiti. Noi di Napoli abbiamo alloggiato in alcuni bungalow presso il camping “Il Golfo degli Etruschi” (gli altri al Pineta, al Camping Talamone, al camping Argentario) e abbiamo apprezzato accoglienza, disponibilità e la vasta scelta delle pietanze. Anche i nostri cestini per le escursioni erano molto generosi e saporiti.
Lo start del primo giorno è stato entusiasmante. Tante mani da stringere, nomi da memorizzare e lo spirito allegro e di amicizia tipico dei ciclisti.
In compagnia di Stefano e di Luciano, coordinati dall’infaticabile Andrea, abbiamo pedalato a lungo.
Il primo giorno sull’isola del Giglio, dopo una bella traversata in traghetto da Porto Santo Stefano. Sette chilometri impegnativi per raggiungere il Castello con il conforto di una vista mozzafiato prima di poterci concedere un tuffo ristoratore a Campese. Una volta rientrati al porto, siamo andati ad ammirare la spiaggetta delle Cannelle. Una giornata intensa iniziata attraversando parte della ciclabile che collega la zona di Talamone al porto di Santo Stefano, passando per il Tombolo della Giannella.
La stessa via che abbiamo percorso il giorno seguente in direzione di Orbetello Scalo, costeggiando la Laguna di Ponente. Nei pressi della stazione siamo entrati in una vecchia fabbrica dismessa la Ex Sitoco (l’acronimo sta per Società Interconsorziale Toscana Concimi), ora affascinante esempio di architettura industriale, con centinaia di ponteggi e travi in antico e massiccio legno. Poi, abbiamo proseguito verso la città di Cosa, dove abbiamo abbandonato per un po’ le nostre bici e visitato il museo e l’area archeologica sotto un sole accecante. Poi, di nuovo in sella, abbiamo raggiunto la meravigliosa Riserva Naturale Duna Feniglia, situata sempre nel comune di Orbetello. La Feniglia è un Tombolo, cioè un cordone di sabbia che collega la collina di Ansedonia a oriente e il Monte Argentario a occidente. La parte interna si affaccia sulla Laguna di Orbetello, mentre la parte esterna è direttamente sul mare. Qui, sorpresa delle sorprese, ci ha accolto una piccola comunità di daini. Poi, attraversando il bosco di pini siamo arrivati in spiaggia. Peccato essere stati sorpresi dalla pioggia proprio mentre ci stavamo organizzando per un tuffo.
Terzo e ultimo giorno in direzione di Talamone, percorrendo una ventina di km nelle campagne di Albinia. Visitiamo una fattoria di animali e poi di corsa al Bagno delle Donne, dove ci godiamo un mare stupendo e la possibilità di tuffarci dagli scogli prima di incontrare gli organizzatori dell’Eductour Costa d’Argento al villaggio Talamone. Un’occasione preziosa per ringraziarli per il loro lavoro e segnalare le meraviglie che avevamo maggiormente apprezzato assieme alla grande accoglienza. Chicca finale: prima di rientrare per la cena, abbiamo fatto l’aperitivo in un’azienda vinicola del posto e poi abbiamo pedalato ancora sotto la pioggia fino al camping. Grazie a tutti.

22 Settembre 2016 : Una città più vivibile ha bisogno di più percorsi ciclabili

Il giorno 22 settembre nella giornata della mobilità sostenibile ci incontriamo a Napoli in piazza del Plebiscito(partenza ore 20,30) percorreremo la pista ciclabile del lungomare, via Posillipo, Parco Virgiliano, Via del Marzano, Via Manzoni, Via Cilea, Ztl via Scarlatti, Piazzale di San Martino. Al Vomero ci si ferma per una pizza o un gelato.
Oltre la pedalata l’incontro sara l’occasione per il monitaraggio delle piste e percorsi ciclabili esistenti e per proporne altri. Per ulteriori info contattare la guida: Teresa Dandolo cell. 3387523019

lunedì 19 San Gennaro: Sul Faito con EAV (bici e Circumflegrea Circumvesuviana Funivia)

faito-funivia

In occasione della SEM Settimana della Mobilità Sostenibile FIAB Napoli CICLOVERDI, “Percorsi Cumani” e Consulta per la mobilità ciclistica del Comune di Napoli in collaborazione con EAV organizzano un evento volto a sottolineare le potenzialità del trasporto intermodale tra bicicletta e mezzi di trasporto pubblico.

Referenti:

FIAB Napoli CICLOVERDI

  • Antonio Daniele 3337188318
  • Titti Vollero 3396795037

Percorsi Cumani

  • Paolo Casale 3397866753

Appuntamento ore 9,00 biglietteria stazione Circumvesuviana di Porta Nolana al Corso Garibaldi. Partenza treno per Castellammare di Stabia ore 9,09 e 9,39 (biglietto € 2,60 – bici gratis): partenza funivia per il Faito ore 10,05 e 10,35 (biglietto funivia € 5,50 bici € 1,00) .
Arrivati sul Faito si farà un giro escursionistico in bici e poi si scenderà lungo la strada che porta a Vico Equense da dove si prenderà il teno per il ritorno a Napoli con orario libero (biglietto € 3,10 bici gratis).


In tale occasione EAV annuncia la decisione a partire dal 19 settembre di istituzionalizzare e consentire il trasporto bici sui propri treni. Questo potrà avvenire nelle fasce orarie a bassa frequentazione, come riportato di seguito.

Orari e treni per trasporto bici.

Linee Dalle ore Alle ore Dalle ore Alle ore
Vesuviane 09.30 11.30 15.00 17.00
Flegree 09.30 11.30 15.00 17.00
Benevento Napoli da gestire on demand
Piedimonte Napoli Non è possibile il trasporto bici.
Linea Metropolitana Non è possibile il trasporto bici.

La modalità operativa per l’utilizzo di questo servizio – trasporto bici per singoli clienti o piccoli gruppi – prevede l’inoltro di una richiesta all’URP da inviare almeno cinque giorni prima del viaggio.

Per l’autorizzazione utilizzare il modulo Richiesta Informazioni presente nella pagina Assistenza al link:
http://urp.eavsrl.it/web/public/urp/front/richiesta/id/richiesta_informazioni?changeLang=it a cui farà seguito una comunicazione di riposta.

Resta inteso che Il proprietario della bicicletta, nel corso del viaggio sui mezzi EAV, è tenuto alla custodia della stessa e sarà ritenuto responsabile per tutti gli eventuali danni riportati e/o causati a cose o a terzi.

Domenica 25 settembre: in bici a Formia, Itri, Sperlonga, Sant’Agostino, Gaeta

Per tutti i tipi ma con cambio  Bici+treno o Bici+auto

PER PARTECIPARE : 

INVIARE UN SMS ALLA GUIDA: Nicola Messina cell 3287424619 (- il “partecipa” su Facebook non indica prenotazione)

formia

PROGRAMMA
Per chi viene direttamente in bici l’organizzazione è autonoma ed a proprio carico.

Per chi utilizza il treno
ANDATA :
Treno Regionale n. 22244 – Biglietto : 5,10 € + 3,50 bici (da Napoli)
Partenza da Napoli Centrale ore 06:36
Partenza da Aversa ore 6:54 – da Villa Literno ore 7:05 – da Mondragone ore 7:15
Arrivo ore 07:39 a Formia-Gaeta (durata 1:03)
RITORNO :
Treno Regionale n. 2403
Partenza da Formia-Gaeta ore 18:07
Arrivo a Mondragone ore 18:30 – a Villa Literno a 18:43 – ad Aversa ore 18,56
Arrivo a Napoli Centrale ore 19:18 (durata 1:11)
……
Per chi usa l’automobile
organizzazione autonoma – è assolutamente necessario arrivare a Formia centro Largo Paone alle ore 8,20 con auto parcheggiate e biciclette scaricate e pronte all’utilizzo
……
PROGRAMMA
partenza inderogabile alle 8,40 – CHI C’È C’È ! : i ritardatari ci inseguiranno

Dalle 7,40 alle 8,30 : (riservato a chi arriva con il treno o, comunque per le 7,40) degustazione dolce di Cicerone (prodotto da un ottimo pasticciere napoletano su una ricetta degli antichi Romani) offerto da Salvatore – visita al vecchio quartiere di MOLA

8,30 : incontro con gruppi bike di Napoli e di Roma a Largo Paone Colonna della Libertà

8,40 : partenza per itinerario Formia – Itri – Sperlonga – Piana Sant’Agostino – Gaeta – Formia
……
PRANZO A SACCO (da portare da casa – non faremo soste in salumerie !!! ) presso la spiaggia della piana di Sant’Agostino (per chi non vuole portarsi il pranzo ci sono svariati ristori)

ATTENZIONE : attraverseremo varie gallerie, quindi è ASSOLUTAMENTE OBBLIGATORIO montare luci anteriori bianche posteriori rosse sulle bici e GIUBBOTTO RETRORIFLETTENTE

Bici in ordine, camera d’ aria di scorta
Le prenotazioni si chiudono entro le ore 21 del venerdì precedente.
……
PERCORSO
Mediamente facile
Lunghezza: km. 46,4 – pendenze tra il 3% ed il 7 % con piccoli strappetti – dislivello max 293 m
Fondo stradale : asfaltato
Temi: archeologia, borghi medievali, natura
Tempo di percorrenza: variabile
……
TAPPE:
Formia : visita del quartiere di Mola – Stazione di Posta della Via Appia – Tomba di Cicerone – 25 Ponti
Ferrovia dismessa – Gaeta Sparanise;
Itri : Castello e mura medievali
strada panoramica Itri -Sperlonga
Sperlonga : visita borgo – museo e grotta di Tiberio (€ 5,00 €/persona opzionale) – punta Cetarola
Gaeta : via flacca – spiaggia di S.Agostino con pranzo a sacco
Rientro alla stazione di Formia alle ore 17:55
……
LEGGERE ATTENTAMENTE
Casco in testa quando si pedala !
Non è una gara ma una uscita in bicicletta amatoriale.
Pertanto ognuno, presentandosi e partecipando, tacitamente accetta e si assume la completa responsabilità della propria presenza, dispensando l’Associazione Cicloverdi Fiab Napoli, gli organizzatori e la guida stradale da qualsivoglia responsabilità per eventuali infortuni e/o danni di qualsiasi genere e natura, subiti e procurati (per qualsiasi motivo) dai/ai Partecipanti che spontaneamente aderiscono all’escursione amatoriale in oggetto.
Bisogna assicurarsi che la bici sia in perfetta efficienza ovvero che i pneumatici siano in buono stato, gonfi e avere una camera d’aria di riserva; che i freni siano efficienti e il sellino sia all’altezza giusta.
Non sempre gli accompagnatori sono in grado di intervenire in caso di particolari difficoltà (fisiche, meccaniche).
Ogni partecipante si informi preventivamente sul programma e sul tipo di percorso (chilometri, dislivelli e difficoltà) leggendo la descrizione del percorso oppure contattando gli organizzatori mediante “Messaggio personale” su Facebook.
Chi vuole partecipare deve valutare bene se è effettivamente è in grado di partecipare e se la sua bicicletta è adeguata.
Gli altri partecipanti durante le gite possono darvi una mano in caso di foratura, non possono invece rimediare alle inevitabili conseguenze di una cattiva manutenzione del mezzo.
Con la bicicletta in buono stato vi divertite voi e rispettate gli altri partecipanti evitando di far subire a loro i vostri contrattempi.
La partecipazione alla ciclo-escursione è gratuita.
N.B. SI PREGA VIVAMENTE DI RISPETTARE GLI ORARI DI APPUNTAMENTO
GRAZIE

Venerdì 16 settembre: Chi sceglie la bici merita un premio !!!

nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile SEM FIAB Napoli CICLOVERDI organizza l’Evento

“Chi sceglie la bici merita un premio!”

…perché fa bene al corpo ed alla mente, costa meno alla collettività, non inquina e contribuisce a rendere più viva e bella la città!

bike-to-work-week

Venerdì 16 settembre, dalle ore 16. 00 alle 20.00 saremo quindi in Piazza Berlinguer a Napoli (fermata Metro Toledo) e daremo a tutti i ciclisti urbani che passeranno un piccolo gadget in ricordo e per ringraziarli  dicendo che quello che fanno è utile oltre che per se stessi ma anche per l’intera città! Saremo riconoscibili da un gilet giallo con il logo della FIAB e avremo un gazebo dove si potranno chiedere informazioni sulle nostre iniziative, curiosare e prelevare il nostro materiale informativo ed anche preiscriversi per il 2017.

Info al numero di Titti Vollero  : 3396795037stazione-toledo-napoli

ciclisti urbani e cicloescursionisti