sabato 26 settembre: Parco Regionale del Matese: Verso Campo Braca

ATTENZIONE!

ESCURSIONE RINVIATA AD ALTRA DATA

Guida: Gennaro Cera 339 4200421

matese 1

Si prega di dare conferma di partecipazione alla guida entro le 16 del giorno precedente la gita tramite sms (in caso di annullamento o variazioni sarà preso in considerazione solo chi ha comunicato l’adesione tramite sms, i “partecipo” di facebook sono solo indicativi

Lunghezza e difficoltà del percorso: Il  percorso  ha  una  lunghezza  di  circa  40  chilometri  ed  è  per  una  buona  metà  su  facili sterrati, carrarecce, strade bianche e per un altra metà su strade per niente trafficate ed ha un dislivello complessivo di circa 700 metri .

L’uso della mountain bike con copertoni adeguati (tassellati) è d’obbligo.

E’ consigliabile cimentarsi con questo percorso solo se si ha un minimo di allenamento.

Altimetria: percorso ondulato con un’unica salita (lago del Matese 1069 mt\slm –  bivio per campo Rotondo 1302 mt\slm). Dislivello (complessivo): ca. 700 mt.

matese 2

Partenza e arrivo:

Appuntamento al belvedere del passo di Miralago (San Gregorio Matese) ore 9.30.

Itinerario d’avvicinamento consigliato: da Napoli prendere la A1 direzione Roma, uscire a Caianello, prendere la Telesina (SS 372) ed uscire a Dragoni. Seguire le indicazioni per Piedimonte Matese e salire verso il passo di Miralago. Arrivati al passo di Miralago svoltare a sinistra seguendo le indicazioni per il lago del matese: il luogo dell’appuntamento è a poche decine di metri sul belvedere che da sul lago (immediatamente dopo l’hotel Miralago).

Termineremo di pedalare prima delle 16 (compatibilmente all’andatura del gruppo). Rientro a Napoli previsto nel tardo pomeriggio – serata.

N.B. SI PREGA VIVAMENTE DI RISPETTARE GLI ORARI DI APPUNTAMENTO. GRAZIE

matese 3

Note generali

Colazione al sacco

K-Way, valutare abbigliamento in base alle condizioni meteo (non venite solo con la  maglietta)

Lungo il percorso c’è la possibilità di rifornirsi d’acqua

Si raccomanda di verificare che la bicicletta sia in ordine, di portare con se una camera d’aria di scorta e di indossare il casco

Si declina ogni responsabilità essendo il giro organizzato in forma amatoriale.

Prima della gita:

Conosco il programma, fa per me? Non sempre gli accompagnatori sono in grado di intervenire in caso di particolari difficoltà (fisiche, meccaniche). Ogni partecipante si informi preventivamente sul programma e sul tipo di percorso (chilometri, dislivelli e difficoltà ).

Chi vuole partecipare deve valutare bene se è effettivamente è in grado di partecipare e se la sua bicicletta è adeguata. La bicicletta deve essere in perfetta efficienza. Bisogna assicurarsi che gli pneumatici siano in buono stato, gonfi e avere una camera d’aria di riserva; che i freni siano efficienti e il sellino sia all’altezza giusta. Gli altri partecipanti durante le gite possono darvi una mano in caso di foratura, non possono invece rimediare alle inevitabili conseguenze di una cattiva manutenzione del mezzo. Con la bicicletta in buono stato vi divertite voi e rispettate gli altri partecipanti evitando di far subire a loro i vostri contrattempi.