16. 10. 2016 Foresta di Cuma Monte di Procida Lago di Torrefumo in bici

cv-2016-10-16-cuma-torrefumo-liberatoria-maggiorenni-non-soci cv-2016-10-16-cuma-torrefumo-liberatoria-minori14448836_1278698542140751_3786976340078328553_n

Dettagli

Faremo un magnifico giro nella zona flegrea attraversando Pozzuoli, le falde di Monte Nuovo al di sopra del lago d’Averno, la Foresta di Cuma, Monte di Procida ed il suo panorama, il lago di Torrefumo.
Al ritorno passeremo per la ciclabile del lago Miseno, Bacoli, Baia e Pozzuoli dove ci saluteremo
……
Consigliate MTB, adeguata preparazione fisica, abbigliamento adatto al percorso con casco, guanti e scarpe adatte anche per camminare su qualsiasi fondo.
……
PERCORSO E PUNTI AGGREGAZIONE :
PUNTO DI RITROVO 1 – Piazza del Plebiscito (lato caffè Gambrinus) : ore 8:30
1a TAPPA – PARTENZA : ore 8:45 precise
Percorreremo via S. Lucia, la ciclabile sino a Mergellina, la leggera salita di via Posillipo e la discesa veloce di Coroglio per arrivare a Bagnoli (circa 12 km).
……..…..
PUNTO DI RITROVO 2 – Piazzetta Bagnoli (crocevia tra via Pozzuoli e via Bagnoli): ore 9:45 (ideale per chi si aggrega venendo da Fuorigrotta, Vomero, Soccavo, Posillipo)
2a TAPPA – PARTENZA : ore 9:50 precise
Percorreremo via Napoli sino a Pozzuoli lungo mare (circa 5 km)
……..…..
PUNTO DI RITROVO 3 – Pozzuoli lungo mare (prossimità bar Belle Epoque) dove NON ci fermeremo): ore 10:00 (ottimale per chi si aggrega venendo dalle città a nord di Napoli tipo Giugliano, Qualiano, Castelvolturno, e per chi vuol parcheggiare la macchina in zona)
3a TAPPA – PARTENZA : ore 10:10 precise (circa 32 km sino al ritorno a Pozzuoli o 48 km sino a Napoli)
Percorreremo via Fasano, via Annecchino e via Miliscola sino alla rotonda “Cavani” proseguendo verso per via Italia verso il lago d’Averno.
A circa 100 metri prima del lago svolteremo a destra per un percorso in salita sul versante ovest del Monte Nuovo (in parte sterrato per circa 200 metri con fondo costituito da terreno e sassi sciolti) per giungere (in leggera discesa) sulla Domiziana (SP 303) verso le 11:10.
Proseguiremo sulla Domiziana (salita asfaltata di circa 300 metri) per poi svoltare a sinistra verso “Arco Felice Vecchio”. Transitati al di sotto del reperto archeologico scenderemo per via Arco Felice e poi, svoltando a destra per via Cuma-Licola dove troveremo (sulla sinistra) via Strada della Colmata che ci porterà al sentiero di accesso alla Foresta di Cuma dove arriveremo per le 11:35.
Il sentiero (circa 400 metri in sterrato con possibili pozzanghere guadabili facilmente) ci accompagnerà sino all’ingresso della Foresta di Cuma
(vedere pianta http://www.agricoltura.regione.campania.it/pubblicazioni/pdf/cartina-cuma.pdf
e depliant http://www.agricoltura.regione.campania.it/forests/doc/depliant_foresta_cuma.pdf) che percorreremo per circa 20 minuti.
Dopo proseguiremo (percorso sterrato pianeggiante molto semplice) verso l’area “pic nic” tenendoci i binari della ferrovia Cumana sulla nostra destra.
Attraverseremo i binari per iniziare il percorso sterrato nella vegetazione (percorso sterrato pianeggiante ma con presenza di eventuali sassi, cespugli, staccionate e recinzioni pungenti in aderenza) sino alla spiaggia di Cuma dove giungeremo alle 12:20.
Percorreremo il bagnasciuga della spiaggia di Licola/Fusaro sino ad arrivare a via Spiaggia Romana (asfaltata e pianeggiante) per arrivare a Torregaveta dove effettueremo la sosta bar dalle 12:45 alle 13:00.
Proseguiremo per via Strada Provinciale di Monte di Procida grazie alla quale saliremo a Monte di Procida (salita media difficoltà – chi non riesce spinge) sino a via Filomarino e discesa con buona pendenza da percorrere con lentamente per via Pedecone fino al centro del paese.
Poi percorreremo via Umbero I° e scederemo per via Marconi (discesa con buona pendenza con tornanti da percorrere a velocità blanda) verso il porticciolo di Acquamorta dove arriveremo per le 13:40.
Inizieremo quindi un percorso semisterrato pianeggiante che ci porterà al laghetto di Torrefumo pedalando su sabbia molto compatta sino al guado (domenica avremo bassa marea) che potremo superare in bici o a piedi (portare eventualmente asciugamano … per i piedi).
Dopo il piccolo guado arriveremo (a piedi in quanto il sentiero di circa 100 metri non è pedalabile) a Miliscola.
Prenderemo la strada del ritorno per le ore 14:10 circa e torneremo transitando per Bacoli, Baia, Pozzuoli (dove ci lasceremo) e Napoli (prevedibile arrivo per le 14:50).Casco in testa quando si pedala !
………………….
UTILI DI PORTARE CON SE:
– telo mare per asciugarsi i piedi oppure buste di plastica per proteggere le scarpe;
– camera d’aria,
– auricolari per poter rispondere al cellulare senza problemi.
………………….
ATTENZIONE
Non è una gara ma una uscita in bicicletta amatoriale.
Pertanto ognuno, partecipando, tacitamente accetta e si assume la completa responsabilità della propria presenza, dispensando l’Associazione Cicloverdi Fiab Napoli, gli organizzatori ed il capogita da qualsivoglia responsabilità per eventuali infortuni e/o danni di qualsiasi genere e natura, subiti e procurati (per qualsiasi motivo) dai/ai Partecipanti che spontaneamente aderiscono all’escursione amatoriale in oggetto.
In caso di annullamento, per motivi meteo o qualsiasi altra motivazione, verrà data comunicazione sulla pagina dell’evento Facebook entro le ore 22:00 di sabato 15/10/2016.
………………….
MEMO : DOMENICA 16/10/2016 AVREMO ANCORA L’ORA SOLARE. Sarà buio alle 19:00 circa.
………………….
CONOSCO IL PROGRAMMA, FA PER ME?
Non sempre gli accompagnatori sono in grado di intervenire in caso di particolari difficoltà (fisiche, meccaniche).
Ogni partecipante si informi preventivamente sul programma e sul tipo di percorso (chilometri, dislivelli e difficoltà) leggendo la descrizione del percorso oppure contattando la guida mediante Messaggio personale su Facebook.
Chi vuole partecipare deve valutare bene se è effettivamente è in grado di partecipare e se la sua bicicletta è adeguata.
La bicicletta deve essere in perfetta efficienza.
Bisogna assicurarsi che i pneumatici siano in buono stato, gonfi e avere una camera d’aria di riserva; che i freni siano efficienti e il sellino sia all’altezza giusta.
Gli altri partecipanti durante le gite possono darvi una mano in caso di foratura, non possono invece rimediare alle inevitabili conseguenze di una cattiva manutenzione del mezzo.
Con la bicicletta in buono stato vi divertite voi e rispettate gli altri partecipanti evitando di far subire a loro i vostri contrattempi.
La partecipazione alla ciclo-escursione è gratuita.

In allegato vi sono una liberatoria per i minori  non accompagnati

una liberatoria per coloro che non sono iscritti a nessuna associazione FIAB.

Entrambe vanno lette sottoscritte in ogni sua parte e consegnata alla partenza ,

info al numero telefonico 3287424619
(NM 1.0 20160926)