sabato 6 febbraio: Camaldoli in mountainbike

Guida: Gennaro Cera     339 4200421

P1110931_rs

Si prega di dare conferma di partecipazione alla guida tramite sms entro le 20 del giorno precedente all’escursione

Grado di difficoltà: si tratta di un percorso adatto esclusivamente a mountain bike dotate di copertoni adeguatamente tassellati  

(no gomme da strada)  e richiede un minimo di confidenza con la guida su sterrato.

P1100809

Percorreremo circa 30 km coprendo un dislivello complessivo prossimo ai 400 mt

Partenza: ore 9.00 stazione di Chiaiano della metropolitana (linea 1).

Ritorno stimato (Chiaiano) intorno alle 13.00

Si raccomanda di verificare che la bicicletta sia in ordine, di portare con se una camera d’aria di scorta e di indossare il casco.

Si declina ogni responsabilità essendo il giro organizzato in forma amatoriale.

Percorso: Ci dirigeremo subito verso il centro storico di Chiaiano puntando prima verso la località Tirone  e poi verso Vallesana di Marano. Attraverseremo poi il centro storco di Marano cominciando così a risalire le pendici dei Camaldoli verso la località San Marco. Arrivati alla Masseria Faragnano  cominceremo a salire verso il bosco di Faragnano non prima di avere visitato l’eremo di Pietraspaccata. Usciti dal bosco di Faragnano ci dirigeremo verso est scendendo leggeremente di quota entrando nel bosco della Contessa. Riprenderemo poi la salita sempre su carrarecce sterrate fino ad uscire su strada in località  Guantai. Qui percorreremo i pochi chilometri di asfalto che ci separano dall’eremo dei Camaldoli.

In discesa rientreremo nuovamente nel bosco di Faragnano che attraverseremo ora in discesa per un altra sterrata con ampi panorami sulla campagna giuglianese. Se il tempo sarà buono vedremo in lontananza da ovest verso est i monti aurunci, le mainarde, il matese, monte maggiore, il partenio e i monti picentini. Sotto di noi la campagna giuglianese e il lago patria.
Una discesa molto ripida (attenzione!) in un stretta stradina tra due alte pareti di tufo ci porterà a Quarto ( e Pennin’ e Quart’ ). Riprenderemo ora la via del ritorno sempre per strade secondarie e sempre lontani dalle auto in direzione Chiaiano attraversando le campagne (quel poco che ci è rimasto) di Qualiano, Calvizzano e Mugnano. Buena Ventura!